Traduttore

venerdì 16 maggio 2014

Le bacche degli Inca e i suoi benefici

Si parla dell'insieme dei vegetali della specie "Physalis," nel dettaglio ci riferiamo alle bacche degli Inca, scopriamo ulteriori benefici che si riferiscono alla pectina (sostanza naturale) adatta per normalizzare le funzioni intestinali specialmente per chi soffre di stitichezza. Ci sono due importanti composti steroidei (combinazioni organiche, naturali e sintetiche) chiamati "Physaline" che danno risultati antimicrobici (sostanze chimiche naturali o di sintesi) e sono in grado di attaccare i parassiti. E'stata rilevata anche l'esistenza del "beta-carotene - è una provitamina" che svolge un'azione antiossidante e protettiva su tutto il corpo umano infatti, i carotenoidi (gruppo di pigmenti organici) raccolti nell'uciuva (altro nome delle bacche degli Inca), hanno mostrato di avere potenti qualità antinfiammatorie e antiossidanti. Infine nelle bacche degli Inca è stata riscontrata la presenza della Melatonina, sostanza naturale prodotta dalla ghiandola epifisi che aiuta a prevenire le malattie collegate allo stress ossidativo, comprese quelle neurodegenerative in riferimento all'invecchiamento precoce. 

Nessun commento:

Posta un commento