Traduttore

lunedì 19 maggio 2014

Melatonina

Si può con sicurezza confermare che, la ghiandola pineale - epifisi (ghiandola endocrina collocata alla base del cervello) è la spiegazione per rendersi conto, dell'invecchiamento celebrale perchè essa, verifica dalla nascita alla morte, la consueta variabilità degli ormoni (ciclo circadiano - ciclo veglia - sonno) che sistemano il funzionamento del nostro organismo. La melatonina è attiva, in maniera diretta, sulla ghiandola pineale (piccolo organo che si trova alla base del cervello associato al cervello stesso e al sistema neuroendocrino, ormonale e nervoso, per mezzo di una difficile rete di collegamenti), conservandola dall'invecchiamento. E' generalmente sperimentato che la melatonina, perfeziona la funzionalità del sistema immunitario (gruppo di cellule che agiscono nelle reazioni di difesa dell'organismo), incrementando le difese naturali, difendendoci dalle malattie generiche (raffreddore e influenze) e nello specifico, da quelle che riguardano l'invecchiamento come ad esempio: il cancro, patologie cardiovascolari e autoimmune (alterazione del sistema immunitario).
Ma che cos'è la melatonina? Semplicemente è una sostanza naturale, fornita dalla ghiandola pineale (epifisi) presente in tutte le figure viventi, definita una molecola (piccola unità chimica di una sostanza) intelligente, dalle numerose funzioni, agisce in maniera rigorosa ossia, solo quando e dove è indispensabile. La migliore melatonina è di provenienza vegetale, la si ricava dalle piante di cacao, non ha controindicazioni ed effetti collaterali, essa opera personalmente sul sonno infatti definisce il ciclo del sonno - veglia in maniera sicura. Si consiglia l'utilizzo di 1 pastiglia a sera mezz'ora prima di andare a letto.

Nessun commento:

Posta un commento