Traduttore

martedì 24 giugno 2014

Farro e i suoi benefici

Si specifica che il farro è il cereale più digeribile riguardo al grano tenero e a quello duro. Per chi ha problemi di stitichezza, mangiare il farro, può ricavarne giovamento per le sue proprietà lassative inoltre, protegge l'apparato digerente da malattie, come la gastrite e da malesseri provocati dall'ostruzione della bile nell'intestino. E' un antico cereale, indicato per le diete dimagranti perchè sazia e favorisce la restrizione delle quantità di cibo e di calorie inserite, nel corso dei pasti giornalieri. Il farro contiene le fibre insolubili (fibre alimentari che hanno molta acqua) che aiutano la pulizia dell'intestino e la depurazione dell'organismo inoltre, diminuisce il pericolo dell'arteriosclerosi (infiammazione cronica delle arterie) e la niacina (vitamina B3), che si trova nel farro, aiuta a tirare giù i livelli del colesterolo LDL - colesterolo cattivo - e le malattie cardiovascolari (cuore). L'uso quotidiano del farro, nell'alimentazione aiuta a diminuire il diabete di tipo 2 perchè l'alto contenuto di fibre e di componenti nutritivi benefici, collabora alla prevenzione di insulino resistenza (riduzione dell'azione delle cellule dell'organismo all'insulina che è un ormone di origine proteica che permette l'inserimento di glucosio - zucchero nelle cellule), ischemia (mancanza di sangue in un organo dell'organismo) e obesità. Per coloro che sono intolleranti al glutine (celiachia), non è consigliato l'uso del farro nell'alimentazione visto che, come il grano, il farro è ricco di glutine (sostanza lipoproteica). Invece, per coloro che sono allergici alle proteine del grano, possono mangiare tranquillamente le proteine contenute nel farro perchè sono più semplici da digerire. Infine, per chi soffre di coliti croniche, è controindicato mangiare il farro per l'alto contenuto di fibre che egli possiede. 

Nessun commento:

Posta un commento