Traduttore

lunedì 22 dicembre 2014

Omeopatia e la sensibilità dei cibi

Il legame con particolari cibi può causare astio o voglia, peggioramento o miglioria della manifestazione di uno stato patologico (sintomo) di un soggetto. Facciamo una serie di esempi: chi eccede con il caffè può soffrire di mal di testa o mal di stomaco. L'Omeopatia, in questo caso aiuta a regolarizzare il quantitativo giornaliero di caffè, e di conseguenza cura le patologie a lui connesse. Ma c'è anche chi, bevendo molto caffè, durante la giornata, ha un effetto positivo e non solo con il caffè, ma spesso capita anche con altre cure omeopatiche per risolvere tipologie diverse al caffè. Chi ha desiderio di mangiare quantità eccessive di gelato anche in inverno soffre di dolori allo stomaco, in questo caso ha bisogno di un rimedio omeopatico, per ristabilire l'equilibrio interiore del proprio organismo. Anche per coloro che hanno l'abitudine di mangiare a morsi limoni interi con la buccia, oppure sono attratti dal ghiaccio e ghiaccioli, una cura omeopatica migliora le funzioni dello stomaco riportandolo nella sua normalità.

Nessun commento:

Posta un commento