Traduttore

lunedì 19 gennaio 2015

Rosette basali del Tarassaco

Tra le piante commestibili (alimurgiche) più conosciute c'è senz'altro il Tarassaco, sempre presente nei prati non curati, si riconosce dal caratteristico capolino (raggruppamento di rami composto da fiori che si sviluppano su un asse abbastanza corta) giallo che appassendo, dona il tipico "soffione" che piace molto ai bambini e fa sognare gli innamorati. Del Tarassaco si colgono sia le rosette basali che i boccioli dei fiori. Tutta la pianta del Tarassaco, ha delle proprietà medicinali in particolare quelle depurative e disintossicanti che sono adatte per rendere libero il sangue dalle impurità accumulate nel periodo invernale.

Nessun commento:

Posta un commento