Traduttore

" Il vedere con gli occhi,
il pensare con la mente,
il parlare con la bocca fanno
parte di noi, con o senza la ragione."

lunedì 19 settembre 2016

Maitake

E' un fungo molto speciale, fa dimagrire, ricarica l'organismo di energia e nell'antica Cina, era considerato un alimento preziosissimo tanto che le zone in cui cresceva, venivano nominate "isole del tesoro". La sua caratteristica è quella di agire sul metabolismo dei grassi e degli zuccheri, questo può essere un valido alleato per dimagrire. Stimato da oltre 3000 anni, il maitake deve la sua potenza dimagrante, in particolare, alla presenza di polisaccaridi (il grifolano, la grifolina, i betaglucani e la lectine) che insieme ai sali minerali come il potassio, il ferro e il magnesio, alle proteine e vitamine del gruppo B, facilita la metabolizzazione degli alimenti e la loro trasformazione in energia. Il polisaccaride betaglucano è in grado sia di diminuire il livello dei grassi nel sangue, agendo sul colesterolo totale e su quello LDL (colesterolo cattivo), sia di restringere i livelli dei zuccheri nel sangue, migliorando la sensibilità dell'organismo all'insulina e attivando il metabolismo cellulare. I risultati dimagranti del maitake sono connessi anche con la capacità di ridurre i grassi nel fegato e nelle diverse zone del corpo, con una azione depurativa che si abbina a quella bruciagrassi. Un fegato depurato, ha un effetto rigenerante ed energizzante su tutto l'organismo inoltre, ha un ruolo centrale nel metabolismo lipidico, aiutando anche a tenere sotto controllo il peso.

lunedì 12 settembre 2016

La cura dell'Uva

Nell'antica tradizione popolare, l'uva veniva considerata come un forte nutriente tanto da essere paragonata al latte materno infatti, alcune medicine alternative, la consigliano nei periodi di digiuno e depurazione dell'organismo. La buccia dell'uva è ricca di fibre, bisogna masticarla a lungo; anche i semi sono una fonte di olio di vinaccioli, antiossidanti e anticolesterolo. Il mese di Settembre è ideale per fare una cura detox e anti-aging a base solo di uva, da seguire due giorni alla settimana. 
  • Nella prima settimana sostituire la colazione, il pranzo e la cena con mezzo chilo di uva, a digiuno. Dopo tre giorni ripetere il tutto mangiando un chilo di uva, sempre a digiuno. Al quarto giorno, si possono reintrodurre gli altri cibi, cominciando dalle verdure e i cereali e solo in un secondo momento, i cibi proteici. 
  • Nella seconda settimana, si ripete tutto quello della prima settimana arrivando a mangiare due chili di uva. Questa cura ha un effetto tonificante sulla pelle, che diventa più luminosa, rinforzando anche i capelli. 

lunedì 5 settembre 2016

Olivo

Fortifica le ossa, i tendini e le cartilagini, grazie alla oleuropeina, un polifenolo che si trova nei  frutti e nelle foglie dell'olivo. Famoso per la ricchezza nutrizionale dei suoi frutti, recenti studi moderni, confermano oggi che l'olio extravergine d'oliva, oltre ad essere un ingrediente essenziale della dieta mediterranea è anche un potentissimo antiage perchè è formato da grassi monoinsaturi (acido oleico) che impediscono la formazione di placche aterosclerotiche, con risulti protettivi sull'apparato cardiovascolare. L'olio extravergine di oliva è ricco di vitamina E, preziosa sostanza antiossidante e antinfiammatoria. E' uno scudo contro l'osteoporosi, gli estratti di foglie della pianta di olivo, in fitoterapia, si usano per contrastare l'ipertensione. Si raccomanda di utilizzare sempre olio di tipo novello, spremuto a freddo e 100% italiano.