Traduttore

" Il vedere con gli occhi,
il pensare con la mente,
il parlare con la bocca fanno
parte di noi, con o senza la ragione."

sabato 30 gennaio 2016

Un organismo in tensione

Un fisico sempre sotto pressione può ammalarsi. Lavoro, famiglia, vari impegni sviluppano lo stress e la risposta dell'organismo, ad una situazione o a particolari stimoli negativi esterni che spaventano, deludono, angosciano, li vive come negatività interiore. Quando le tensioni si accumulano e durano nel tempo, l'organismo si può ammalare: cefalee, disturbi intestinali, pressione alta, tachicardie sono quasi sempre il risultato di un fisico troppo sotto stress. Come reagiamo alle tensioni? L'organismo viene stimolato e mette in funzione le sue difese naturali, che a volte, non bastano. La prima reazione alle tensioni si verifica in una parte del cervello, l'ipotalamo, il quale libera un particolare ormone l'ACTH che stimola le ghiandole surrenali a rilasciare cortisone, adrenalina e noroadrenalina invece, l'ormone TSH, sprona l'attività della tiroide. In contemporanea, viene liberata un certo quantitativo di endorfina, sostanza che provoca nell'organismo una sensazione di calma e benessere, lo si può definire un ansiolitico naturale.