Traduttore

lunedì 28 novembre 2016

Ginkgo e Centella per tonificare il mento e il collo

Innanzitutto correggiamo la nostra postura quando stiamo seduti, cerchiamo di tenere la schiena diritta e ben allineata. In questo modo non si previene il rilassamento nella parte del collo. Detto questo, l'estratto di ginkgo e della centella, abbinati alle essenze di gerano e cannella, restituiscono vitalità ai tessuti cutanei. Per natura, la pelle del collo è sottile, assente di ghiandole sebacee e quindi molto secca e facile da segnarsi con le rughe, con i rossori e le macchie. Per di più, avendo all'interno solo muscoli lunghi e sottili, può essere svuotata e flaccida soprattutto in persone molto magre, dopo diete dimagranti troppo veloci o da danni provocati dai raggi solari. Le "Collane di Venere" sono chiamate quelle rughe che segnano particolarmente il collo e rappresentano delle pieghe orizzontali che si formano a seguito dei movimenti che si assumono durante il giorno e il sonno. Cosa dobbiamo fare? Principalmente, dopo i 35 anni bisogna pulire e nutrire (latte detergente e crema) come si fa per il viso. E la stessa regola vale per il mento, dove la pelle spesso tende a cedere perchè ci sono dei depositi adiposi o di liquidi in eccesso situati nella zona tra la mandibola e il collo. Quando si avvistano i primi segni di rilassamento, bisogna subito fare qualcosa magari iniziare con un trattamento rassodante (creme per il viso e collo) da, associare (per avere risultati più duraturi) a qualche movimento di ginnastica facciale.