Traduttore

" Il vedere con gli occhi,
il pensare con la mente,
il parlare con la bocca fanno
parte di noi, con o senza la ragione."

martedì 17 gennaio 2017

Amido Resistente

E' una sostanza trattenuta nei cereali, legumi e patate e ha tutti i benefici snellenti delle fibre. Si è sempre pensato che i carboidrati fanno ingrassare, l'amido è un carboidrato e fa ingrassare! Non è proprio così. Il nostro organismo ha sempre bisogno di una corretta dose di carboidrati, essenziali comunque anche in una dieta dimagrante. C'è un tipo di amido che, oltre a non fare accumulare peso, aiuta nientemeno a ridurlo. Si chiama "amido resistente", è il carboidrato presente nella pasta e nel pane e ha il vantaggio di non essere del tutto assimilato dall'organismo perchè resiste alla digestione, e per questo non fa ingrassare. Agisce come le fibre. Mangiare alimenti che sono ricchi di amido resistente permettono di rallentare la trasformazione dei carboidrati in glucosio (questo significa che si riduce il potere ingrassante di pasta e pane). L'organismo quando ingerisce l'amido resistente per mezzo dei cibi, diminuisce l'indice glicemico di quello che si sta mangiando. E dal momento che una dieta ad alto indice glicemico porta di sicuro al sovrappeso, ecco la ragione per la quale è un bene aumentare il consumo di amido resistente. Proprio come le fibre, l'amido resistente favorisce la depurazione, migliora il condotto intestinale e combatte l'accumulo di grasso a livello addominale. Si trova nell'orzo, nei semi e nei legumi (fagioli), nelle banane, nelle patate e nei fiocchi di avena e di cereali (in particolare quelli della prima colazione). Perchè fa bene? I benefici provenienti dal consumo di amido resistente sono:
  • migliora la flora intestinale
  • riduce l'infiammazione e la permeabilità intestinale che può rallentare il metabolismo 
  • abbassa l'indice glicemico degli alimenti che si stanno mangiando
  • aumenta la sensibilità all'insulina, con un effetto preventivo nei confronti di disturbi metabolici e diabete
  • fa crescere il senso di sazietà 

lunedì 16 gennaio 2017

Lomi Lomi - Il massaggio hawaiano

Il lomi lomi, detto anche "massaggio dell'anima", ha origine nella notte dei tempi nell'area delle isole Hawaii per mezzo delle prestazioni dei Kahuna, antiche popolazioni locali che ancora oggi lo trasmettono di famiglia in famiglia, sciamani, guaritori, medici, i Kahuna nei loro rituali d'iniziazione, guarigione e di riequilibrio tra corpo, mente e spirito, presagivano danze, canti, preghiere e anche i massaggi, tutto questo a ritmo di particolari canti e musiche che avevano e hanno tutt'ora, il potere di alzare lo spirito. Come si svolge il lomi lomi? Per capire il massaggio hawaiano non va dimenticata l'importanza che il mare ha per gli hawaiani. Per loro il mare è: il padre, la madre, il protettore, il dispensatore di cibo (colui che emette gli ordini), una presenza costante e vitale per chi abita in quelle isole. Al mare sono dedicati i rituali propiziatori affinchè la pesca vada bene o al fine delle sue acque rimangano calme. E proprio al mare è ispirato il lomi lomi: lo sciamano, massaggiatore o terapeuta per mezzo dell'utilizzo degli avambracci e delle mani, ha il compito di ricreare sul corpo il mare, il suo movimento e il ritmo delle sue onde! Un "bagno" di energie attraverso movimenti e dondolii lunghi, profondi, lenti e ritmati che si alternano, sul corpo oliato, in sequenze che accompagnano il soggetto affinchè raggiunga le energie che cullano, placano, rasserenano, fortificano e rigenerano il corpo e la mente.   

lunedì 9 gennaio 2017

Il Ferro

I sali minerali in particolare il ferro, aiutano l'organismo a produrre l'energia essenziale per vivere e restare in forma. Il ferro rinnova il sangue e potenzia la massa magra, inoltre è necessario per la produzione dell'adenosina trifosfato (ATP), la molecola che costituisce la prima fonte di energia per il nostro organismo. Una giusta quantità di ferro è importante per stimolare la produzione di nuovo sangue e per garantire il continuo trasporto di ossigeno, attraverso i globuli rossi, a tutti i tessuti dell'organismo. Ecco perchè, se ci manca il ferro, si ha spesso le mani e i piedi freddi e i muscoli non tonificati. Ma attenzione: un apparato muscolare indebolito con carenza di ferro, fa diminuire la massa magra e apre la strada a cellulite e chili di troppo. Le fonti vegetali di ferro sono: il succo di ortica o l'alga spirulina in compresse: ne basta una dose al giorno, la mattina per tutto il periodo invernale, fino alla primavera. 

mercoledì 4 gennaio 2017

Nutrizione Ayurvedica

In nostro stile di vita è lo strumento concreto con la quale si agisce e definisce le azioni di passaggio e trasformazione di atteggiamenti e attitudini positive rivolte a noi stessi e al mondo. Il maestro Swami Joythimayananda approfondisce, per mezzo della millenaria visione globale dell'essere umano (corpo, anima, mente), il tema della salute e dello stare bene. La nutrizione intesa non solo come alimentazione, ma anche come azione portatrice e dispensatrice di forze universali che non hanno al centro, solo la figura umana, ma in una visione globale dell'universo, vengono create, si trasformano e si distribuiscono ripetutamente in una figura cosmica continua. Swami Joythimayananda ha elaborato la propria conoscenza dell'antica medicina e alimentazione ayurvedica nei 30 anni della sua esperienza e insegnamenti, nel suo lavoro, mette a disposizione questa sua sapienza per coloro che hanno la necessità di capire la filosofia, i principi e gli aspetti che più entrano a far parte della vita quotidiana per migliorare il proprio stile di vita e la salute.