Traduttore

Crudismo

E' certo che la cottura dei cibi stermina le vitamine termolabili (sono sensibili al calore), ma per i crudisti l'apporto primario di vitamine: è la frutta. In ogni caso, la cottura delle carni e pesci sviluppa la digeribilità e perfeziona il sapore. Nel caso delle carote, la cottura aiuta di più l'assimilazione del betacarotene per l'organismo. Certo, per i crudisti la cottura dei cibi è un'esagerazione lesiva, ma nella storia è sempre stata affermata come una delle scoperte innovative fatte dall'uomo, perchè toglie le tossine, i microrganismi, i virus presenti in alcuni vegetali, in qualche tipo di legumi e nelle carni. Uno dei microrganismi più divulgati è l'Escherichia coli (batterio intestinale) che si trova nella carne, nel pesce, nei molluschi e nel latte crudo e può provocare sintomi di gastroenteriti anche in forma grave. E' sempre risaputo quanto è importante la cottura dei cibi per togliere componenti dannosi (batteri) inclusi in essi, ma la dottrina crudista, sulla conservazione degli enzimi naturali dei cibi è rigorosamente sbagliata. Loro sostengono che gli enzimi naturali sono danneggiati già a livello gastrico, per cui non si possono assorbire nell'intestino come succede per i principi nutritivi.


Ingredienti per 4 bicchieri:


  • 1/2 costa di sedano
  • 1/2 radice di zenzero (4-5 cm)
  • 1/2 arancia o pompelmo
  • 2 mele verdi
  • 2 foglie di cavolo nero (facoltativo)
Preparazione: centrifugare tutti gli ingredienti, aggiungendo acqua in modo da raddoppiare il volume.

Nessun commento:

Posta un commento