Traduttore

martedì 15 luglio 2014

Il frutto Monk

Frutto che nasce nelle parti asiatiche, il Monk proviene dalla pianta erbacea permanente dal nome di " Siraitia Grosveronii " viene coltivata per ottenere un concentrato che si  contraddistingue, dalle proprietà dolcificanti che variano da 150 a 300 volte più del comune zucchero bianco. In Cina, per molto tempo, sia il frutto che il suo concentrato sono stati usati come "dolcificanti naturali,"avendo uno scarso rapporto calorico, veniva impiegato sia in cucina per la preparazione di piatti gustosi oppure nella preparazione delle bevande. Nella medicina tradizionale cinese, il Monk tutt'oggi viene segnalato come il frutto appropriato per la cura e la tutela del diabete e l'obesità. Il Monk è rinomato come " frutto della longevità " in Oriente, in Cina e in Vietnam in cui gli sono assegnati proprietà curative e di prevenzione nei confronti di varie malattie. Formato dal glucosio e dal fruttosio, il Monk è il frutto che ha il 25% di carboidrati e il suo sapore dolciastro è dovuto dalla esistenza di un'insieme di glucosidi chiamati "mogrosidi - polveri solide" che possono avere piccole proprietà anticancro e la vitamina C. Inoltre, il Monk nella zona delle popolazione a sud della Cina, lo si usa per la cura del raffreddore, per il mal di gola, per coloro che hanno disturbi all'intestino, allo stomaco e non presenta effetti collaterali. Il Monk, lo si trova in Cina, negli Stati Uniti, in Giappone e in Nuova Zelanda. 

Nessun commento:

Posta un commento