Traduttore

lunedì 6 aprile 2015

Rimedi omeopatici per la cura dell'esofagite da reflusso

Per diminuire i sintomi dell'esofagite da reflusso, l'omeopatia aiuta a curare questa patologia con circa 150 rimedi naturali che, nello specifico riguardano i segni del rigurgito gastrico.

  • Argentum Nitricum - è un rimedio omeopatico adatto contro i disturbi collegati a stress emotivi (esami importanti). Indicato per le persone in genere frettolose, anche nel mangiare che, spesso hanno il desiderio di mangiare dolci con un aumento dell'acidità gastrica accompagnata da dolori alla bocca dello stomaco che si manifestano dopo il pasto.
  • Lycopodium Clavatum - è un rimedio omeopatico per coloro che a metà pasto, hanno lo stomaco gonfio, dolorante, hanno bisogno di slacciare la cintura, emettono aria dalla bocca che gli procura un leggero sollievo. Questo rimedio è indicato per le persone che soffrono anche di insufficienza epatica ed hanno bisogno di amari, tisane o digestivi per attenuare il dolore del reflusso.
  • Nux Vomica - è un rimedio omeopatico utilizzato per i problemi gastrici nei soggetti sedentari che mangiano tanto e soffrono di sonnolenza dopo il pasto. Normalmente dopo il sonno c'è un lieve miglioramento ma subentrano i dolori (crampi), nella parte inferiore dell'addome e il mal di testa da cattiva digestione. Molte volte il sintomo del reflusso è caratterizzato da un singhiozzo frequente e la lingua è coperta da una patina bianco giallastra.
  • Sulphuricum Acidum - è un rimedio omeopatico usato per i bruciori gastrici e la gastrite, nei pazienti che non migliorano il dolore dopo un pasto, peggiorando se prendeno freddo e un piccolo miglioramento c'è se bevono una bevanda calda. Il paziente soffre di eruttazioni acide, bruciore retrosternale (torace) e alitosi. 

Nessun commento:

Posta un commento